Casa Editrice

AFA. Una fuga per voce sola

Autore: Ermanno Fugagnoli

 

L’argomento

Un conte sessantenne, discendente di un’antica stirpe veneziana, si rivolge ad un ascoltatore attento e silenzioso con un discorso che nel suo sviluppo assume sempre più la forma di una libera variazione e improvvisazione su temi dati. Temi che sono i riferimenti esistenziali del conte, i cardini sui quali si impernia il suo vivere di uomo vecchio, solo e sopraffatto dall’amarezza del fallimento, da un cinismo feroce che sbrana e distrugge tutto ciò che afferra. Senza mai venire interrotto dall’ascoltatore che, per motivi ben precisi e soltanto alla fine chiariti, gli dedicherà un’attenzione addirittura implacabile, il conte si potrà produrre in un virtuosistico assolo di parola e pensiero sostenuto da un’ironia che ne compensa gli eccessi drammatici coi paradossi e il gusto del grottesco capace di volgere le sue sfrenate invettive ad una comicità ambigua e irresistibile. Un’architettura di rimandi e sovrapposizioni contrappuntistiche che ne fanno un concerto per voce umana, una vera e propria applicazione letteraria di strutture specificamente musicali.

L’autore

Ermanno Fugagnoli è nato a Venezia ed è Docente di Clarinetto al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. Con il libro Afa. Una fuga per voce sola si è aggiudicato il premio per la narrativa inedita “Arcangela Todaro – Faranda 1996″.

Prefazione di Paolo Puppa

Formato: 13,5X21 Pagine: 96 Lingua: italiano Legatura: brossura Collana: Oselle Prezzo: 13,00 ISBN 9788897928010

 Acquista su IBS